Tradizioni a tavola

LIGURIA: tra mare e monti

By 26 marzo 2016 No Comments
Blog - Liguria

Non molto tempo fa mi è capitato di attraversare la Liguria. Stavo compiendo un viaggio che mi avrebbe dovuto mostrare solo la realtà che sta al di là del finestrino, quando mi sono accorto di aver intrapreso tutt’altra strada: quella dell’immaginazione. La Liguria è una delle poche regioni d’Italia in grado di riunire, nella sua breve lingua di terra, le vette montuose alla salsedine marina. Dall’alto di queste si mira l’infinità del mare, mentre dal mare ci si trova al cospetto della scogliera imponente.

È in queste terre che la preparazione dei cibi non ha trascurato nessuno degli aspetti della buona tavola, dal pesce alla carne, dalle verdure alle focacce e più ancora alla pasta. La cucina ligure riesce a rendere omogeneo tutto il menù dei sapori. Da sempre l’elaborazione culinaria di questa regione si è imposta sulle tavole degli italiani e non solo: secondo una leggenda infatti, Cristoforo Colombo riuscì ad approcciare una popolazione caraibica nascosta nelle foreste facendo cucinare al proprio cuoco di bordo il miglior pesto di cui fosse capace. E fu così che la popolazione si rivelò ai genovesi giunti dal vecchio continente.

Blog - Liguria

Mentre proseguivo nel mio viaggio lo sguardo vagava senza posa dalla costa alle onde, e non ci è voluto molto perché il piacere della vista si trasformasse nel piacere offerto dal gusto. In questo connubio dei sensi trovava posto il ricordo di piatti assaggiati tempo addietro come il cappon magro, un piatto tradizionale a base di pesce e di verdure steso su un letto di galletta di antichissima data il cui impiattamento risulta caratterizzato da arrangiamenti barocchi, oppure il gusto del formaggio caldo della famosissima fugassa ligure in tutte le sue varianti (con le patate, le cipolle o le olive) o, perché no, della panissa e della farinata di ceci.

Blog - Liguria

Anche in questa regione la consumazione del cibo da strada, come nei centri storici di alcune città italiane, si è diffusa in modo capillare. Una tipologia di piccoli locali specializzati nella preparazione e vendita di cibi da mangiare in strada in modo veloce ed economico fornisce l’opportunità di assaporare le fritture di impasti ottenuti con melanzane, zucche e funghi, se si è golosi di terra, o di acciughe e sarde, se si predilige il sapore del mare. Questo modo di consumare il cibo permette agli amanti del viaggiare, come il sottoscritto, di mangiare senza smettere mai di vivere a contatto con l’ambiente circostante sia esso una città, un piccolo borgo o la natura nella quale è sempre bene immergersi ogni tanto.

Leave a Reply